Generazione geek: Happy B-day Mr. Zuckerberg

 Buon compleanno Mr. Facebook!

Geek e Nativi Digitali
Mai stati senza internet

Quattordici studenti del Liceo Scientifico Gaetano Salvemini di Bari, coadiuvati dall’associazione culturale Zerottanta, lanciano l’iniziativa Happy B-day Mr. Zuckerberg.

Come per l’esperimento RAI di cinema collettivo Italy in a day , i liceali di Bari chiedono di registrare con un qualsiasi dispositivo – videocamera, tablet, smartphone – un frammento di vita reale. I destinatari della richiesta sono i nativi digitali: i nati tra gli ultimi anni ‘90 e il 2000, la generazione cresciuta con le nuove tecnologie, mai vissuta senza internet.

E se qualsiasi adulto rimpiange i tempi di quando era bambino, pensando fossero migliori, è importante non lasciarsi fuorviare: la coscienza di sé e della collettività dei nativi digitali assume connotazioni e modalità nuove, ma è forte e sperimenta modi di esprimersi efficaci. Una rivoluzione digitale destinata a diventare sempre più mirata e incisiva, e per queste sue caratteristiche di intensità e importanza, paragonabile ai moti del ’68. Se in un primo momento quest’ultima affermazione può sembrarti un’esagerazione, pensare alla Primavera Araba e alla Rivolta Egiziana potrebbe farti cambiare idea.

Dal social media marketing all’analisi sociologica sui media

La data scelta per le riprese di “Happy B-day Mr. Zuckerberg” è il 4 febbraio 2014: ricorrenza decennale del primo lancio di Facebook. Non si tratta di un vezzo da geek, ma di autocoscienza. Sul loro sito gli studenti di Bari scrivono: “A soli 20 anni Mark lanciava le basi di uno stravolgimento sociale che ancora oggi affascina, fa discutere, spaventa, eccita milioni di persone nel mondo.” I ragazzi si impegnano a portare a termine la realizzazione del video per mostrarlo il 14 maggio, giorno del compleanno dell’inventore di Facebook.

Lo scopo del progetto-evento è creare un documentario condiviso, non sui social network, ma su chi li usa, per cercare di capire come si stia evolvendo l’interazione umana. In un mondo che i ragazzi, i giovani, stanno fortemente contribuendo a modificare.

È evidente quindi, come un’azienda che voglia farsi apprezzare da un simile target, debba scegliere con cura le sue strategie di marketing sul web.

Alcuni principi generali dovrebbero sempre essere alla base delle tue scelte strategiche di web e social media marketing:

  1. Il web è uno strumento partecipativo, usalo per ascoltare i clienti e rispondi, per quanto possibile, a domande e perplessità;
  2. Incoraggia lo scambio reciproco: offri contenuti originali e di qualità sul tuo sito e riceverai suggerimenti e critiche preziosi;
  3. La tua presenza sui social media ha senso se è interessante: raccontati e informa, non limitarti a copiare e incollare gli stessi testi su ogni pagina di cui disponi;
  4. Ascolta: il web è un mondo aperto, ricco di conversazioni, opinioni, desideri. Puoi intercettare un bisogno e realizzare un servizio, produrre novità e valore.

In conclusione, una buona strategia di marketing parte dall’analisi del contesto in cui si inserisce: le persone dietro lo schermo sono reali e pensanti, non bisogna sottovalutarli.

Seguimi su Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *