Archivi tag: advertising pay per click

Le basi della SEO: Una guida semplificata

Cosa significa SEO? La SEO spiegata in 5 punti

1 – SEO significa ottimizzazione per motori di ricerca (Search Engine Optimization).

Quando qualcuno digita una o più parole su un motore di ricerca – Google e Bing su tutti – fa una domanda – una query – che genera una risposta, una ricerca che produce un risultato: una lista di siti, raccolta nelle SERP.

SERP sta per pagina dei risultati del motore di ricerca, “Search Engine Result Page”.

La prima pagina a comparire è, ovviamente, la più preziosa.

2 – Comparire nella prima pagina di Google? Le 4 fasi del motore di ricerca

  • Crawling: esplorazione del contesto

Un software, un robot (detto anche crawler), esplora la rete raccogliendo e registrando dati su URL e link. Una struttura del sito ben organizzata dal punto di vista dell’architettura aiuta i robot a comprendere meglio il tuo sito.

  • Indicizzazione: organizzazione del contesto

Quando il robot visita le pagine, trascrive nel database del motore di ricerca il materiale raccolto, inserendo le pagine in un indice.

  • Ranking: ordinamento del contesto

Attingendo a questa raccolta dati, ad ogni query il motore di ricerca restituisce un risultato, classificato in base alla pertinenza con la parola chiave ricercata. La keyword è una stringa di testo, può essere formata anche da più parole.

  • La risposta all’utente: dal contesto al testo

La risposta è la SERP . La pagina dei risultati di ricerca di Google include risultati basati sul lavoro dei robot – detti risultati organici – e annunci pubblicitari a pagamento – i link sponsorizzati. In quest’ultimo caso si parla di SEA: search engine advertising. Google AdWords è il circuito per creare campagne su Google.

SEO e SEA fanno entrambi parte della SEM: search engine marketing.

Continua la lettura di Le basi della SEO: Una guida semplificata

Hanno ammazzato Facebook, Facebook è vivo

Facebook è morto?

 

Durante questo Febbraio 2014 Facebook sta risorgendo. O forse sono gli ultimi rantoli prima di spirare. Ma rantoli belli lunghi tipo le parodie delle scene di morte nei film.

Continua la lettura di Hanno ammazzato Facebook, Facebook è vivo

8 consigli per la Keyword Advertising

Il pay per click (PPC) chiamato anche Keyword Advertising, ossia pubblicità basata sulle parole chiave, è l’acquisto di pubblicità online: l’inserzionista paga una tariffa in proporzione ai click effettivi sull’annuncio pubblicitario (click-through rate).

Per aumentare il numero di visitatori unici e le conversioni si deve lavorare, innanzi tutto, sull’ottimizzazione della campagna, sulla landing page, sulla geolocalizzazione e il contenuto degli annunci.

Quando imposti una campagna PPC tieni a mente i seguenti punti:

Continua la lettura di 8 consigli per la Keyword Advertising

Phablet: Come cambia la pubblicità?

Gli ultimi rumors riguardanti la Apple arrivano dal sito cinese Huanqiu e rimbalzano per tutto il web: a maggio potrebbe uscire l’ iPhablet, con desing e funzionalità tra iPad e iPhone. Non è la prima volta che se ne parla, e al di là di indiscrezioni, e date di previsione, sembra che sia inevitabile la nascita a stretto giro di un simile prodotto in casa Apple.

È evidente come Smartphone e Tablet stiano mutando velocemente il mondo della comunicazione e il suo mercato. Sono le aspettative e le esigenze dei consumatori a cambiare.
Continua la lettura di Phablet: Come cambia la pubblicità?

Il NameTag di Google Glass e la pubblicità del futuro.

Ti ricordi il Pokédex? Era un’enciclopedia tascabile, simile a un Game Boy, che Ash Ketchum usava per raccogliere informazioni sui Pokémon che incontrava durante le puntate:  inquadrava i mostriciattoli e il dispositivo li riconosceva. E mostrava anche una scheda informativa: nome, condizioni di allevamento, caratteristiche della famiglia di appartenenza.

E Minority Report – il film di Spilberg con Tom Cruise, tratto da un racconto di P. H. Dick?

Nel film, la pubblicità era ancora più ad personam che su Facebook: i dispositivi leggevano la rètina oculare dei passanti in strada, e trasmettevano una pubblicità targetizzata per ognuno.
Continua la lettura di Il NameTag di Google Glass e la pubblicità del futuro.